Sabato 28 settembre Dj Grissino

Il crowdfunding per comprare il camper
Ora dj Grissino è pronto per l’Europa
La storia di Andrea Pertile, che ha cominciato a intrattenere i fans sparando musica davanti a Giancarlo. E ora offre i suoi servizi, dal ‘palco speciale’ accanto a lui fino alle cene romantiche con musica ad hoc. Quest’estate il grande salto grazie ai soldi raccolti attraverso la rete
di CLAUDIA ATTOLICO

grissino

Voleva un camper vintage anni 70 con un frigo tappezzato di foto per girare l’Italia e l’Europa mettendo dischi con quattro, cinque amici. E ci è riuscito.
Soldi in tasca ne aveva pochi, ma in soli due mesi è riuscito a convincere un sacco di gente a dargli fiducia: si chiama crowdfunding e se sei fortunato ti permette di realizzare le tue fantasie. “C’è questo sito, musicaraiser. com, il primo in Italia dedicato ai progetti dei musicisti – racconta Andrea, in arte Dj Grissino – Ho descritto lì la mia idea di Art Beat Caravan, ma non avrei mai pensato che qualcuno potesse darmi dei soldi per comprare il camper, della serie: ‘piuttosto che darti due euro mi compro un hot dog a New York”
Invece sono arrivate offerte da tutto il mondo: Australia, Belgio, Chicago. E poi “i cinquini” degli amici, ognuno ha messo quello che aveva. Andrea Pertile ha 26 anni, vive a Candiolo a due passi da Torino, e fa il dj. “Ho cominciato mettendo dischi alla mia festa di compleanno qualche anno fa, poi sono arrivate le serate, con un po’ di prepotenza, mettendomi davanti a Giancarlo, giù ai Murazzi, con la mia macchina a sparare musica dalla radio. E ora parto in camper. Se non azzardi, difficile che riesci a far qualcosa”.

Grissino preferisce fare una serata ogni tanto ma fatta bene: no stress. Vive slow, principalmente di notte, la mattina prima delle 2 è fuori fase. Gli piace girare e conoscere gente nuova, perché come dice lui “di persone buone nel mondo ce n’è”. Almeno tanti quanto quelli che hanno puntato una banconota sulla sua buona causa.
Ma l’intenzione è restituire il favore con le “ricompense”. Per offerte di 100 euro in palio il “militante ubriaco in poltrona”: un salottino allestito sul palco dei suoi dj set e alcol a fiumi per godersi la musica in prima fila. Per 50 euro invece “Grissino cotto a casa tua”, la serata di coppia: Andrea porta da mangiare, cucina, lava e mette musica d’atmosfera.
E adesso? “Adesso vado a prendermi il camper e comincio il mio tour. Un paio di mesi qui in Piemonte, poi decido se scendere al Sud o andare verso la Spagna. Quest’inverno vorrei salire nel Nord Europa: Inghilterra, Germania, Danimarca. Vediamo un po’ come va!”
Toccherà sopravvivere nei mesi di tour, la strategia per ora è continuare a sfruttare i social network e internet per coinvolgere sempre più gente entusiasta nel suo Art Beat Caravan. Poi magari trovare uno sponsor. Vuole filmare tutti i momenti salienti della vita di camper, aprire un sito e aggiornarlo continuamente con le foto di tutti quelli che incontra per strada. “E niente facce seriose”.