Sabato 1 Giugno lydia lunch’s putan club & I TwoMonkeys & PRIVATE CULTURE

lydia lunch’s putan club

Lettura, musica e instant-art-movie, arte + azione (USA-Francia-Belgio-Italia)
Creazione Théâtre Garonne Scène Européénne, Tolosa, Francia, Marzo 2012

Anti-commerciale, anti-rock’n’roll, estremamente scorretto e divinamente raffinato, il Lydia Lunch’s Putan Club è il nuovo progetto di una tra i maggiori artisti del XXI secolo, poetessa fulminata, scrittrice violenta e adulata dalla nuova ondata di dissacratori-profanatori americani, cantante con una straordinaria e infuocata carriera, oltre che semina-grane : Lydia Lunch.

Nato dal Putan Club, una cellula di resistenza artistica finemente dissacratrice, un combo armato da un’implacabile interazione tra pittura, arti grafiche e commenti musicali che si fanno strada con prepotenza, il Lydia Lunch’s Putan Club è una creazione voluta e presentata al Théâtre Garonne Scène Européénne di Tolosa nel marzo 2012.

Questo non è uno spettacolo, né una lettura, né un concerto: è uno stupro, una gang bang, un’immersione totale -cuore, occhi, orecchie- nell’indecenza e nella sua incredibile bellezza. La poesia applicata alla vita immediata, senza fiori né effetti stilistici, alla sua violenza, i suoi eccessi, le sue religioni, le sue politiche, dal sesso alla droga, fino alla morte. Inesorabilmente, spietatamente e supremamente. Una sincera esperienza d’amore estremamente feroce e selvaggia.

testi, voce, soundscape: Lydia Lunch
pitture, disegni e videoproiezioni: Vincent Fortemps
chitarra, voce, composizione, computer: François R. Cambuzat
basso, effetti, voce: Gianna Greco

I TwoMonkeys sono i due fratelli Michele e Simone Bornati. Il progetto nasce nel 2010, dopo varie esperienze di musica sperimentale con la band Monkeys’ Brigade,Nel 2009 avevano partecipato all’Auditorium di Roma all’esecuzione della 13° Sinfonia “Hallucination city” diretta da Glenn Branca per 80 chtarre elettriche 20 bassi e una batteria.L’anno successivo producono il loro primo Ep autoprodotto “Home”, completamente registrato in casa e in seguito si spostano ad Amsterdam dove regitrano il seguente lavoro “junkies to birthday parties”.Ad Amsterdam Inizia la loro contaminazione con i suoni dell’elettronica internazionale, e dopo una successiva esperienza a Berlino dove i TwoMonkeys si stabiliscono attivamente per 8 mesi raccolgono vari live nella scena dell’elettronica underground internazionale.Nell’ estate del 2011 Simone Bornati é ideatore con la collaborazione del fratello Michele dell’opera n 1° E.C.P (ensemble chitarristico perpendicolare) per 8 chitarre elettriche , percussioni, e voce femminile eseguita nel festival musical “Musical ZOO” di brescia.Al loro ritorno in italia definiscono più accuratamente il loro sound e la loro attitudine musicale, cercando sempre di stare fuori da etichette di genere ed esibendosi in galerie d’arte e centri sociali cominciano a farsi notare dalla critica e dagli addetti ai lavori.Nell’autunno del 2012 a brescia cominciano la collaborazione con Kandinsky records con l’intenzione di registrare un disco più maturo e sviluppare un discorso sonoro e video sempre più correlato.Da questa collaborazione nasce il vinile di MARSHMALLOWS anticipazione del disco in uscita a fine estate ma anche tentativo di proporsi in modo non convenzionale al pubblico.Il disco infatti contiene un Lato 45giri con il remix Marshmallows realizzato da Boxeur The Coeur ( il noto musicista bolognese ex Franklin Delano che stà collaborando con le più interessanti realtà musicali della scena alternative italiana) mentre il lato B a 33giri propone alcune personali/devianti rielaborazioni di canzoni pop/commerciali scritte da Mariah Crarey, Gwen Stefani.Il disco completo con undici nuove canzoni registrato e prodotto da Asso Stefana uscirà invece dopo l’estate sempre per Kandinsky Records e potrebbe avere anche una distribuzione internazionale

PRIVATE CULTURE
A NIGHT SET_HEADIN FOR FUTURE FAILS
Un dj set notturno sulle immagini di alcuni dei lavori di riferimento di Private Culture.
Un viaggio tra elettronica e glitch verso il lancio del nuovo disco del duo, in uscita a Giugno per TADCA records.

PRIVATE CULTURE nasce nel 2009. Le sue ispirazioni sono molteplici, per lo più legate al cinema, all’arte e alla letteratura. La musica di PC è lo strumento per raccontare una visione di quello che il futuro rappresenta nelle nostre menti: musica per paesaggi post-industriali. La formazione di PC è fluida come la sua espressione: elettronica, chitarra, basso, voce si mescolano e spariscono continuamente al suo interno. A luglio 2011 esce l’album di debutto, omonimo, del gruppo. Nello stesso anno realizza le musiche per lo spettacolo GMGS What the hell is happiness? e per il progetto Score di Codice Ivan.
PC sta attualmente lavorando al suo nuovo disco “Future Fails”, in uscita a giugno 2013 – e intanto porta le sue playlist preferite con dj set ad hoc in tutta Italia. www.privateculture.net