Venerdì 22-02-2013 OVER THE TIME PROJECT Michele Anelli / F. Bozzi Fenu / Paolo Sanna Trio. Open Mare di Dira -Live Set Naked projection of electronic sound

OVER THE TIME PROJECT
Michele Anelli / F. Bozzi Fenu / Paolo Sanna Trio.

L’artista, percussionista, improvvisatore Paolo Sanna, da 30 anni
attivo in italia e all’estero nell’ambito della ricerca e della
pratica improvvisativa, torna in Piemonte per un mini tour di tre
date. Il documento sonoro che ne verrà fuori diventerà un CD, prima
opera discografica a cura del collettivo Green Brotz Turin.

Paolo Sanna è un investigatore creativo di suoni, silenzio e rumore.
Si muove in ambito improvvisativo/sperimentale assemblando dei set
personalizzati e costruendo, in certi casi, gli strumenti che usa con
materiali di recupero, lamiere e altro.
Ha suonato…e conta di farlo ancora per lungo tempo…in Italia, Francia,
Germania, Spagna, Svizzera, Belgio in festival e spazi indipendenti…
Il suo eclettismo lo porta a collaborare nel teatro e nella danza
sempre in ambito improvvisativo/sperimentale. Ha collaborato e suonato
tra gli altri con: Enzo Favata Jana project, Celso Machado, Adriano
Orrù, Silvia Corda, Emancquea, Andhira, Maurizio Conte, Alessandro
Olla, Simon Balestrazzi,Tim Hodgkinson, Elio Martusciello, Kontakte
Ensemble, Roberto Pellegrini, Henning Frimann, Elisabetta Saiu, Jean
Marc Montera, Victor Nubla,Io Casino, Moex Ensemble, Paolo Fresu,
Antonello Salis, Furio Di Castri, Andrea Ferroni, Massimo Zanasi,
Daniele Ledda, Difondo, Collettivo di Resistenza Culturale, Uncodified
(Corrado Altieri).
Il solo e il duo restano le forme che predilige…non disdegnando sempre
e comunque ogni scambio e incontro con musicisti, anche in più larghi
ensemble, che condividono le stesse idee.Ha studiato a Milano, Roma,
Brasile, Mexico, Nord Africa e spera di poter studiare sempre fino
alla fine…

Ad accompagnarlo in queste tre date saranno i musicisti Michele Anelli
al contrabbasso e Fabrizio “Bozzi” Fenu alla chitarra, entrambi attivi
con il collettivo di Improvvisazione Green Brotz.

Il collettivo Green Brötz Turin nasce da un incontro e da un’esigenza.
Un incontro quasi casuale tra realtà geograficamente distanti come
Torino, Napoli, Roma, Göteborg, Matera e Cagliari e l’esigenza di
esprimere e divulgare un’estetica artistica basata
sull’Improvvisazione.
Il Green Brötz Turin trae ispirazione dal Brötz (www.brotznow.se),
collettivo di improvvisatori residente in Svezia, a Göteborg, la cui
frequentazione ha costituito un’esperienza fondamentale per alcuni dei
suoi membri. Il Green Brötz Turin organizza performances e concerti di
improvvisazione, interdisciplinare di progetti artistici nei quali
viene posta l’attenzione sul performer teso ad esprimere un sé
artistico liberandosi da mode o generi. Inoltre il collettivo si
propone di promuovere seminari, conferenze e lezioni-concerto inerenti
al mondo della Musica improvvisata.
Se pur di giovane formazione (2011), il Green Brötz Turin vanta
collaborazioni con performers di respiro internazionale quali Gino
Robair, Martin Mayes e Paolo Sanna.
Il Green Brötz Turin è un collettivo autogestito, composto da 7
musicisti e un artista visivo: Michele Anelli (contrabbassista), Mauro
Basilio (violoncellista) Alessandra Bossa (pianista), Luigi Bozzolan
(pianista), Fabrizio Bozzi Fenu (chitarrista, sound artist) Biagio
Orlandi (sassofonista) Erika Sollo (cantante), Stefano Giorgi
(pittore)
Contact: greenbrotz@gmail.com
Pagina Facebook: Green Brötz Turin

OPEN

Mare di Dirac è un progetto legato al gerene dark ambient / drone, fondato da due individui dediti all’espolarazione sonora.
Il concetto alla base di queste sperimentazioni è basato sui principi della fisica quantistica riproposti in chiave elettro/acustica, sfruttando risonanze ed effetti naturali (echi, riverberi) ricreati da vari ambienti.
Il progetto nasce nel 2008 come collaborazione tra Lorenzo A. e Luca D. con un primo disco autoprodotto basato sul filed recording di vari elementi acustici. dopo il primo lavoro seguono altre due uscite, la prima prodotta dalla Toxic Industries (etichetta bellunese) e una seconda uscita in dvd. Una registrazione live interamente realizzata in una grotta ad Esztargom in Ungheria, sfruttando varie frequenze di risonanza della pietra.
L’ulimo disco è un lavoro interamente basato sugli ultrasuoni di ecolocazione generati da una colonia pipistrelli, la quale è stata registrata all’interno dell’abazzia di Staffarda (cuneo) con l’utilizzo di microfoni ad ultrasuoni miscelato a riverbero acustico e lunghe note di organo da chiesa.

http://maredidiracproject.blogspot.it/

A seguire Naked projection of electronic sound:
-Sims
-Aesyk
Visual Art:
-Sonia Gavazza